Vieni avanti….Bersani!

Poliedrico. Polemico. Appassionato. Il solito Nichi Vendola, leader di Sel, parla dalle colonne del Fatto Quotidiano. Lo fa a tutto tondo, senza risparmiarsi, senza risparmiarne a nessuno.  L’ ottimo Fabrizio d’Esposito prova a pungerlo provocatoriamente. Partendo dal paragone tra il governatore della Puglia e Bossi, passando a domande sul futuro della sinistra, finendo con le prospettive future. Il filo che accomunerebbe i due esponenti, sembra  chiamarsi “no alla guerra, di Libia”; ma Vendola rifiuta, giustamente, il raffronto: “Quello dei leghisti non è pacifismo…è cinismo indifferenza”, chiarendo che la posizione assunta dal carroccio è giustificata solamente da un’ endemica fobia nei confronti del diverso, dello straniero. Spazia Nichi, ma non lo fa mai a caso, ogni concetto colpisce chi deve, come il fioretto dello schermidore centra il bersaglio. Ogni parola è un gioco d’ arte, esercizio, mai banale, di dialettica che cattura chi legge. Con lo stesso piglio risponde sulla sinistra italiana ed i futuri assetti del centro-sinistra. Quando viene stuzzicato sul rapporto odierno con il Pd, ammette:”Oggi siamo divisi” , precisando immediatamente :”…ma sono convinto che se fossimo stati noi al governo non avremmo accolto Gheddafi col baciamano e avremmo capito le rivoluzioni mediterranee come accadde con quelle dell’ est europeo “. Vendola appare critico con certe posizioni del partito democratico ma dalle sue dichiarazioni emerge chiaro e forte un invito al dibattito, al confronto. Per ridisegnare un Italia migliore, un’ alternativa credibile. Arriva a dettare delle regole che siano comuni. È Inevitabile che lo faccia perchè sa  che per battere S.B. occorre essere compatti; e perchè sa di essere capace, e quindi solido. Forte di un modo nuovo di far politica, forte dei numeri. Si perchè i dati dei maggiori sondaggisti concordano nell’ accordare a Sinistra ecologia e libertà una percentuale che va dal 7 all’ 8,5%. L’incidenza del movimento di Vendola sui destini della politica italiana è evidenziata, prudentemente, anche da Roberto Dalimonte, de “Il sole 24 ore” che di certo non può esser tacciato di integralismo sovversivo. La coalizione composta da Pd, Sel ed Idv, vincerebbe le elezioni sul tandem PdlLega nord (44,1% contro 41, 2%) mentre, nel caso il Pd decidesse di andare a braccetto con il terzo polo (33,5%) ad avvantaggiarsene sarebbe il centrodestra con il 38,1% dei consensi con Sel, Idv ed altri soggetti della sinistra al 28,4%.

https://generazioneprecaria.files.wordpress.com/2011/04/vendola-bersani.jpg

Credo che sia venuto il momento di accollarsi oneri e responsabilità che toccano al maggior partito di opposizione, che si vanta di poter proporre una seria alternativa di governo. Per passare alla cassa e riscuotere onori e meriti. Per inaugurare una fase di vero cambiamento.

Chissà se il segretario Pd ama Beckett. Per scongiurare il “teatro dell’ assurdo”, vieni avanti Bersani!

© Riproduzione riservata

Annunci

Un pensiero su “Vieni avanti….Bersani!

  1. gianmarco lorenzi scarpe

    I do enjoy the way you have presented this specific difficulty plus it really does offer us some fodder for consideration. Nevertheless, because of everything that I have seen, I simply just trust as other feedback pack on that men and women continue to be on issue and not embark on a soap box of some other news du jour. Still, thank you for this superb point and while I can not necessarily agree with the idea in totality, I respect your perspective.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...