Ri..Masi solo.

È finita l’ avventura di Mauro Masi alla guida della Rai. Sarà il nuovo amministratore delegato della Consap, società controllata dal tesoro. In molti tirano un sospiro di sollievo. Sono pochi, i suoi fedeli, a dispiacersene. Dell’ abbronzatissimo dg ci ricorderemo soprattutto per i siparietti degni di comici consumati, per qualche (troppe) consulenza elargita a destra e manca e per i contrasti con personaggi cardine della televisione di stato; vedi Santoro, Dandini, solo per citarne alcuni. Usando un eufemismo, la sua gestione non è stata il massimo dell’ efficienza.Poco virtuosa, molto approssimativa.  Dal mancato intervento, in occasione della satira sanremese delle “iene” Luca e Paolo, al tentativo reiterato, e maldestro, di far fuori Santoro. Prova a piazzare i suoi adepti ovunque; il caso di Susanna Petruni è emblematico; senza dimenticare, in un’ azienda che vede aumentare i debiti e diminuire le entrate, contratti come quello fatto (durata triennale) a Giuliano Ferrara per il suo, deludente, e poco visto, “Qui Radio Londra”, o quello a Vittorio Sgarbi, in onore di nostra signora par condicio . Talmente impegnato tra giochi di palazzo e censura delle diverse identità interne alla Rai che  il dg si è scordato (?!) di rinnovare i contratti in scadenza di mezza raitre; tra cui Fabio Fazio, Serena Dandini, Milena Gabanelli, Giovanni Floris. Guarda il caso. Troppo anche per S.B. ed i suoi.

Forse è per questo che il “nobile” ha deciso di premiare il “vassallo” Masi con un aumento di stipendio (765 mila euro contro i 715 mila che percepiva in Rai). Tutto ciò, ad occhi meno attenti,  potrebbe apparire paradossale, da commediola degli equivoci; certo in un contesto sensato, un dirigente incapace, non viene ricompensato, ma cacciato. Si in un paese logico, appunto. Dove le regole del mercato valgono per tutti. Ci si riempe spesso bocca ed occhi con il rinnovo della nostra classe dirigente, a tutti i livelli, in tutti gli ambiti. Si definiscono “giovani” ottimi professionisti che in realtà sono semplicemente meno “vecchi” di vetusti carneadi a cui non interessa far andar bene le cose, ma solamente l’ asservimento a questo o quel politicante. Per poi sparire, riciclarsi, rispuntare fuori improvvisamente. E te li ritrovi a capo di qualche ente meno conosciuto, con stipendi impensabili, abilitati, nonostante tutto, a decidere e disporre del destino di chi il lusso dell’ errore non può proprio permetterselo. A giudicarli col metro del nepotismo, mentre in tv fanno l’ apologia del merito.

© Riproduzione riservata

Annunci

Un pensiero su “Ri..Masi solo.

  1. Pingback: Ri..Masi solo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...