Archivi tag: giulio regeni

Morire si, ma come ?

Non credo esista un compendio del dolore, credo però esistano sensazioni ed immagini che spaccano anima e coscienza di certi, spesso di molti.

Ho davanti a me gli occhi affranti del padre di Giulio Regeni, nelle sue pupille una guerra in corso tra la dignità dell’uomo e lo sconforto della realtà.

Ed è proprio la realtà che si incarica di stupirci, superandosi, ponendoci dei limiti da abbattere. A farmi star male non è (tanto e soltanto) la morte di un ragazzo, o la cicatrice culturale alta e profonda che tarda a chiudersi su un’umanità fin troppo apatica e disattenta. Non scrivo per alimentare laghi di lacrime, diventati paludi stagnanti, ma, al contrario per provare a trovare un senso al brivido che ancora ho sulla pelle, perchè, la parola è un tentativo estremo di esorcizzare quello che non capiamo e che, quindi, ci spaventa.

Si perchè Giulio sarei potuto essere io, se avessi avuto più coraggio, Giulio, sono o sarebbero state, le persone che più stimo, quelle che non si fermano certo davanti all’increspatura del mare, sapendo quanto è profondo, quelle con cui vuoi discutere e scontrarti perchè già sai quel che ne uscirà. Insomma chi tenta, prova, urla, si incazza, e ride alla vita e della vita.

Se dopo la rabbia ed il pianto può, e deve, venire qualcosa, questo è il momento per chiedere e chiedersi se il lavoro, il mondo e la vita di chi ha tentato, valgano almeno una dose di certezza, una carezza di verità.

Per non morire e far morire due volte.

 

© Riproduzione riservata

Annunci